Scommesse sugli eSports – Guida alle Scommesse sui Campionati dei Videogiochi di League of Legend, FIFA 2017 e DOTA 2

Autore: · Data: · Commenti: 0

i Migliori Siti ADM-AAMS per scommettere sugli eSports


snai logo Bonus di benvenuto

5€ free + 20€ free + 50€ a settimana

Vai al sito
Bet365-logo-100 Bonus di benvenuto

100% fino a 50€

Vai al sito
williamhill logo Bonus di benvenuto

100€ + 5€ a settimana

Vai al sito
williamhill logo Bonus di benvenuto

10€ + 50% fino a 100€

Vai al sito

Ultime novità sugli eSports

14 Ottobre 2016. Grande promozione di Snai in occasione del Campionato Mondiale di League of Legends! Scommettendo sugli eventi di eSports legati al mondiale di LOL da giovedì 13 ottobre fino alla sua conclusione, sabato 29 ottobre, otterrai un rimborso del 30% sulle perdite.

La promozione di Snai è valida per le scommesse in singola, prematch e live, il rimborso del 30% sulle perdite complessive fino ad un massimo di 30 euro ti verrà accreditato entro 3 giorni dalla conclusione dell’evento sportivo.

Vediamo allora cosa prevede il palinsesto eSports di Snai per il Mondiale di League of Legends:

  • Da giovedi 13 ottobre fino a domenica 16 si giocheranno i Quarti di finale
  • Venerdi 21 e sabato 22 ottobre avranno luogo le Semifinali
  • Sabato 29 ottobre si terranno invece le Finali

Clicca qui per scommettere subito sugli eSports con Snai.it!


Cosa sono gli eSports?

Partiamo col definire il termine “eSports”, che significa giocare ai videogiochi a livello professionistico. Ciò è possibile per ora in Cina, Stati Uniti ed Europa del Nord, dove questa “professione” ha avuto un boom esagerato (solo nel 2016 un incremento del 43%) e sono nate appositamente aziende al fine di reclutare i giocatori più meritevoli.

Evil Geniuses, Digitas, sono solo un paio tra tutte le società istituite per trasformare giovani talentuosi in “pro-gamer”. Esse offrono loro un vero lavoro stipendiato, senza contare gli introiti degli sponsor (in genere aziende di hardware o software) che pagano per avere il proprio nome cucito sulle divise degli stessi giocatori.

In Italia, questo meccanismo è ancora agli albori, ma non è detto che in un futuro anche abbastanza vicino, non possa diffondersi un po’ come è successo per il Poker ed i suoi professionisti. Sono molte le analogie degli eSports con il noto gioco di carte, un esempio può essere la diretta televisiva dei tornei.

Canali come ESPN, che avevano già ampiamente dedicato servizi analoghi al poker, ora iniziano ad interessarsi anche agli sport elettronici. Non dimentichiamo poi i campioni delle varie specialità, che per ora sono conosciuti solo agli appassionati, ma destinati a diventare star in breve tempo come i professionisti del Poker.

Ormai all’estero anche i premi dei tornei più prestigiosi viaggiano sui milioni di dollari sia per i pokeristi che per i videogamer. Il nuovo settore ha ricevuto una grossa spinta dalla diffusione di internet veloce un po’ ovunque, e dalle piattaforme come Twitch.tv, che permettono ai gamer di tenersi in contatto, di comunicare tra loro e di seguire i campioni dei videogiochi live mentre stanno giocando.

Questo è il presente, ma da dove hanno avuto origine gli eSports? Quando è iniziato questo percorso? Il primo evento che può essere considerato alla stregua di un “Torneo di eSports” è stato sicuramente quello di Space Invaders organizzato dalla Atari nel 1981, che richiamò circa 10.000 appassionati.

Il videogamer più famoso dell’epoca (metà anni ’80) è stato Billy Mitchell che deteneva i record mondiali di punteggio su ben sei giochi, tra i quali gli storici Pac-Man e Donkey Kong. Poi negli anni 90 è arrivato internet che ha favorito lo sviluppo di videogiochi online con più utenti in contemporanea.

A metà anni 90 la Nintendo organizza il Nintendo World Championship e il Nintendo Power Fest, con selezioni in tutta America e finalissima con i 130 migliori  gamer a San Diego, California.

I videogame più giocati nei tornei di eSports

E’ molto difficile stilare una lista completa di tutti gli sport elettronici, perchè sarebbe pressoché infinita. Possiamo però citare i videogiochi più famosi, quelli che per un motivo o per l’altro, sono entrati nel cuore di milioni di gamers in tutto il mondo.

Il primo è sicuramente “League of Legends“, con 70 milioni di giocatori al mese, dei quali 27 milioni che giocano ogni giorno. Questo videogame è un MOBA ovvero “Multiplayer online battle arena“, dove due team di 5 giocatori cercano di battersi a vicenda conquistando la base dell’altro.

Abbiamo poi “Call of Duty“, un FPS, cioè “First person shooter“, uno sparatutto che ha venduto 150 milioni di copie in tutto il mondo ad oggi. Restiamo in tema FPS con “Counter Strike“, che ha già elargito più di 10 milioni di dollari in premi nei tornei organizzati.

Dota 2” è un altro MOBA, al quale ogni gamer che punta a guadagnare soldi, deve assolutamente giocare: il torneo “International 2014” vantava un montepremi di 10 milioni di dollari.

Altri titoli leggendari sono Halo, Magic the Gathering, Hearthstone, Star craft 2 e soprattutto in italia, il videogioco calcistico più noto ai più: FIFA.

Guida alle scommesse sugli eSports

Scommesse online sui Campionati per Videogamer

Da qualche settimana è possibile scommettere online anche in Italia sui Campionati per Videogamer, in particolare sui tornei di League of Legends.

Facciamo quindi una doverosa introduzione ai tornei, per poter capire nei prossimi paragrafi come e dove scommettere in Italia sugli eSports.

La lega europea di questo gioco è denominata 2016 EU LCS, ed è organizzata in Germania dalla Riot Games. In base al periodo di gioco prenderà vari suffissi come: Spring Promotion, Spring Split, Spring Playoff, oppure Summer Promotion, Summer Split e Summer Playoff.

Nella recente Summer Split le squadre partecipanti erano 10: Fnatic, G2Esports, Giants Gaming, H2K Gaming, Origen, Roccat, Shalke04, Splyce, Unicorns Of Love e Vitality.

I vincitori sia del torneo Spring 2016, che Summer 2016 sono stati i G2Esports. Mentre nel 2015, 2014 e 2013 han sempre trionfato i Fnatic (a parte Summer 2014, vinta da Alliance).

La lega nord-americana di League of Legends, è denominata invece 2016 NA LCS, ed è organizzata in Canada da Riot Games ed ESL. Anche qui la stagione si divide tra spring e summer e le squadre partecipanti sono sempre 10: Team SoloMid, Cloud9, Immortals, Counter Logic Gaming, Team Liquid, Team EnvyUs, Apex Gaming, Phoenix1, NRG sports, Echo Fox.

L’albo d’oro vede gli ultimi due successi di Counter Logic (spring 2016 e summer 2015) mentre le precedenti edizioni sono state vinte da Team SoloMid e Cloud9.

Dove scommettere online sugli eSports

Come anticipato, i campioni dei videogames si sfidano singolarmente o in squadre da 5, in tornei ad eliminazione diretta o campionati.

Le tipologie di scommesse sono le stesse degli sport tradizionali: si può puntare sul vincente antepost, sui vincenti delle singole sfide, sugli under/over, con handicap ecc.

In Italia, il primo bookmaker autorizzato AAMS ad offrire scommesse sugli sport elettronici è stato Snai a giugno 2016, seguito a ruota da Bet365 e da William Hill.

Per ora sono questi i portali dove poter scommettere sui campionati dei videogamer, anche se è lecito aspettarsi a breve un’apertura al settore anche dai bookies concorrenti.

Come scommettere sugli eSports

I tornei ed i campionati di eSports vengono trattati dai bookies come qualsiasi altro evento sportivo con gli stessi rischi e benefici. Per poter scommettere sugli eSports, devi quindi registrarti al portale che offre questa opzione.

Seleziona poi “eSports” dall’elenco degli sport disponibili e la scommessa che ti interessa. A questo punto devi cliccare sulla quota, ed inserire il tuo importo nell’apposito riquadro  sul lato destro dello schermo; clicca su “scommetti” ed entra subito in azione!

Risorse utili sugli eSports

Di seguito trovi qualche risorsa per cominciare ad entrare nel fantastico mondo degli eSports:

Ultimo aggiornamento: 7 ottobre 2016.

A presto con altre novità e notizie sugli eSport…

Stay Tuned!