Guida alle Scommesse online sull’Ippica (come scommettere sui Cavalli in Italia)

Autore: · Data: · Commenti: 0

Guida alle scommesse sull’Ippica

Bookmaker AAMS che offrono le scommesse legali sui cavalli in Italia:
Eurobet
Snai
Betflag

Scommesse Ippica

INTRODUZIONE

Nella prima parte di questa guida (paragrafi 1.1 1.2 e 1.3) si daranno alcune indicazioni per poter cominciare a scommettere, dal vivo o online, in modo consapevole e divertente. La guida è stata suddivisa in due parti. La prima è prettamente illustrativa, utile soprattutto per chi non ha mai giocato ai cavalli. Nella prima sezione qualche breve cenno storico, giusto per capire com’è nata questa appassionante competizione sportiva.

Nel paragrafo successivo si prendono in esame le varie puntate possibili, e quale sia la logica che le regola.

La terza e ultima sezione di questa prima parte illustra il modo in cui si punta sui cavalli, cosa bisogna sapere e come vanno lette determinate sigle che ci aiutano a conoscere il cavallo su cui si vuole puntare.

Nella seconda parte della guida (paragrafi 2.1 2.2 2.3 e 2.4) parleremo dei migliori siti italiani legali e sicuri (autorizzati AAMS) dove potrai scommettere online sui cavalli e poi illustreremo alcune strategie e tecniche per le scommesse ippiche.

Nei 2 paragrafi successivi approfondiremo il discorso trattando alcune tecniche avanzate e parlando dei bookmaker più affidabili con relativi bonus di benvenuto.

Buona lettura!

scommesse ippica

1.1 BREVI CENNI STORICI, COME NASCE L’IPPICA

L’uomo e i cavalli sono, fin dai tempi più remoti, uniti da un rapporto basato sul lavoro, sull’affetto e sulla passione, come lo sport. Si può assistere alle prime corse di cavalli già ai tempi dell’antica Grecia, ampiamente testimoniati da dipinti su vasi e ricami su tessuti. Gli ippodromi erano solo dei grandi campi senza alcuna struttura attorno. Saranno i romani, infatti, a costruire strutture atte alle corse del tutto simili a quelle dei circhi.

Per parlare di Ippica moderna dobbiamo fare un salto di alcuni secoli, precisamente fino al XII dove Giacomo I d’Inghilterra volle far costruire le prime piste, tracciandone quindi le linee. I cavalli erano importati dall’oriente, esemplari che sembravano forgiati per la corsa. La regola vigente era quella della “Partita Obbligata”, ovvero, su una distanza di quasi 6,500 metri, bisognava vincere due volte la stessa prova. Siamo nella seconda metà del ‘700 e il campione più celebrato di tutti i tempi era un giovane cavallo, Eclipse, così chiamato perché nato durante l’eclissi del 1764.

La tipologia delle gare ippiche, così come la conosciamo oggi, si è consolidata attorno al 1860, quando si cominciarono a disputare corse con cadenza abbastanza regolare in tutta Europa, nelle colonie, negli Stati Uniti. Per quanto riguarda l’Italia, la prima corsa regolamentata fu quella di Firenze del 1827. Dal XIX secolo i trottatori migliori sono quelli italiani. Come non ricordare il pluricampione Varenne famoso in tutto il mondo?

1.2 PUNTATE POSSIBILI SULL’IPPICA

Scommettere sui cavalli non è esattamente semplicissimo, soprattutto se non si ha la minima idea di come funzionino le tecniche di scommessa e, soprattutto, le varie tipologie di scommesse esistenti. Le scommesse dell’Ippica sono a totalizzatore, cioè vengono sommate tutte le giocate di tutti gli scommettitori di un determinato evento (corsa). Da questa somma di quote scommesse, viene detratta quella destinata allo Stato, cioè una tassa secondo i termini di legge, la rimanenza verrà suddivisa tra tutti i giocatori che hanno effettuato una scommessa vincente.

Per prima cosa, però, bisogna sapere quanto si può scommettere, quindi puntata minima e massima. La giocata base è di 1 euro, ciò nonostante la scommessa minima al totalizzatore deve essere di due euro affinché la schedina sia emessa, quindi effettivamente si dovrà spendere un minimo di 2 euro. Proprio perché per scommettere occorre un minimo di conoscenza dell’argomento, è bene cimentarsi sulle tipologie di scommessa più semplici per le prime volte. La più semplice è quella singola sul vincente. Lo scopo, ovviamente, è quello di azzeccare il cavallo che taglierà per primo il traguardo.

Quindi in questo caso l’unità di scommessa sarebbe di 1 euro, ma quella minima che si può effettuare è di 2 euro, per cui, come detto, si dovranno spendere almeno due euro, cioè due volte l’unità di scommessa. Si possono puntare le cifre che si desiderino, purché siano multiple dell’unità di scommessa. In caso di vincita, il cavallo su cui si è puntato arriva per primo a tagliare il traguardo, l’unità di scommessa andrà moltiplicata per la quota del cavallo vincente. La vincita verrà pagata anche qualora non fosse vincente il cavallo su cui abbiamo scommesso, ma anche uno della stessa scuderia. Le scommesse possono essere effettuate all’ippodromo, in tutti i terminali, oppure si può giocare online.

1.3 COME SI FA A PUNTARE SUI CAVALLI?

Naturalmente, la cosa migliore è farsi una cultura, anche minima sui cavalli. Basta leggere qualche giornale, tenere d’occhio i monitor e fare delle ricerche sul web. Dopo avere un minimo di competenza sulle capacità dei vari cavalli che gareggiano, si potrà decidere la modalità delle giocate. Leggere la Racing Form è fondamentale per capire su chi si vuole giocare. In questa semplice stringa, infatti, sono contenute tutte le informazioni necessarie per scommettere, dai piazzamenti più recenti del cavallo (i numeri a partire dalla sinistra), subito dopo c’è il nome del cavallo, seguito a sua volta dal numero di giorni che sono intercorsi dalla sua ultima gara disputata.

Questa è un’informazione molto importante perché ci consente di capire quale sia la forma fisica del cavallo in questione. Più breve sarà stato il suo riposo, meno garanzie ci sono che il cavallo abbia recuperato. Se il riposo è troppo lungo, può darsi che il cavallo sia reduce da un infortunio. A quest’informazione segue quella inerente le vittorie sul tracciato e sulla distanza, C se ha già vinto D in caso contrario. A seguire l’età del cavallo. Un buon cavallo deve avere tra i 2 e 5 anni circa. Accanto all’età c’è il peso del cavallo, il sesto campo a partire dal sinistra, di seguito il nome dell’allenatore e subito dopo quello del fantino.

Per finire, un ultimo campo che però delle volte può non essere indicato, la valutazione complessiva delle potenzialità del cavallo. Naturalmente più il numero sarà alto, migliori saranno le prestazioni possibili dell’animale, più questo valore sarà basso, maggiori saranno le possibilità che questi non si trovi nella forma fisica ottimale.

Ora abbiamo tutte le informazioni necessarie per iniziare a scommettere, ci serve solo sapere come si fa. In generale si può scommettere:
– una singola sul vincente sul piazzato, indicando il cavallo vincente
– sull’accoppiata, indicando due cavalli, 1° e 2″ se partecipano 7 cavalli, se sono di più si piazza anche il 3°
– sul trio, indicando i cavalli per i primi tre posti, se si punta 1 euro si deve specificare l’ordine d’arivo esatto, si possono fare vari sistemi di scommesse.

C’è poi la tris nazionale, simile alla trio, giocata a livello nazionale su un determinato evento, puntata base 0,50 cent. Quarté e quinté, si giocano il mercoledì e venerdì, indicando i primi quattro che secondo noi arriveranno sul podio nel quarté e i primi 5 nel quinté.

scommesseippica

2.1 I MIGLIORI SITI PER SCOMMETTERE ONLINE SUI CAVALLI

Scommettere online è un modo pratico e divertente per coltivare la propria passione per i cavalli senza dover andare all’ippodromo. Giocare online però può comportare qualche difficoltà per chi non fosse avvezzo a questa modalità di scommessa. Le domande più classiche sono inerenti la sicurezza dei siti, sia per quanto riguarda i versamenti che per quanto riguarda il ritiro delle vincite. Va detto, per dissipare ogni dubbio, che è bene scommettere solo sui portali dove sia presente il marchio AAMS, che indica la sicurezza del sito e la sua regolamentazione a norma di legge.

Per scegliere su quale portale piazzare le proprie scommesse è bene non farsi sedurre dai bonus di benvenuto, ma valutare tutta una serie di fattori quali la navigabilità del sito, la facilità con cui si può contattare il servizio clienti, le modalità di veramento e di ritiro vincite. Non ultimo, andare a leggere sul web i siti di recensione, tenendo però presente che molte di esse vengono stilate ad hoc. Sul nostro review site, il bookmaker che ha ottenuto il maggior numero di recensioni positive sul quale si può scommettere sui cavalli è Eurobet (clicca qui per visitare la scheda di Eurobet), certificato AAMS e con bonus di benvenuto di ben 50 euro. Questo bookmaker da quote molto interessanti rispetto ai suoi competitor ed effettua pagamenti molto rapidi.

Su Lottomatica, con regolare licenza AAMS, amministrato dal monopolio di stato, si può facilmente scommettere usufruendo di un bonus di benvenuto di fino a 50 euro sul primo deposito. Il sito ha un’ottima grafica ed è molto intuitivo. Il prelievo invece è un po’ ostico, ma fattibile. Ottimo il portale della SISAL che offre un bonus di benvenuto fino a 20 euro, il 50% del deposito effettuato. Grafica piacevole e facilità nella registrazione. Le quote poi sono assolutamente interessanti. Anche su Bwin bonus di benvenuto fino a 25 euro, possibilità di giocare ovunque con le app per Android, certificazioni AAMS. Interessanti anche i portali Totosì e Intralot.

2.2 STRATEGIE E TECNICHE DI GIOCO

La cosa migliore da fare è quella di considerare attentamente le quote dei cavalli alla partenza, in ogni caso, ci sono alcune tattiche che consentono di mettere a segno qualche vincita. Per piccole vincite sicure, ci si dovrebbe attenere alle statistiche, per cui valutiamo il fatto che un favorito, generalmente, si piazza tra il 2 e 3 posto nel Piazzato e vince con una media di una volta su 3 nel Vincente. Con queste valutazioni, diciamo pure molto molto prudenti, si può avere la soddisfazione della vincita, ma con un importo molto basso, se ci accontentiamo della gloria va benissimo.

Possiamo osare un po’ di più coprendo le nostre puntate, cioè ripartendo la puntata tra quelle che sono considerate scommesse a rischio e quelle sicure. Chi scommette in questo modo approfitta spesso anche delle promozioni che offre il sito. Chi non ha grande esperienza dovrebbe scommettere sul piazzato, molto meno rischioso del vincente, a rigor di logica. Per chi invece vuole rischiare, e dunque in caso di vincita portare a casa un premio più cospicuo, deve necessariamente puntare su quote alte, quindi su quei cavalli ritenuti non in grado di arrivare alla vittoria.

Questa è una tattica che non si può improvvisare. Bisogna conoscere molto bene la storia delle corse ippiche, quindi delle performance dei vari cavalli e fantini. Se non si ha un buon budget, meglio lasciar perdere questo tipo di scommesse. Le perdite, purtroppo, sono molto alte.

Una strategia interessante è quella soprannominata Bet-sleep-bet, cioè scommetti, dormi e scommetti. Questo per dire che si deve puntare con largo anticipo con questa tecnica rispetto al momento della gara. Si devono quindi ricercare informazioni. Le probabilità indicano che un cavallo dato per favorito, quanto più si avvicina la gara vedrà scendere le sue quotazioni. Quindi, la sera prima dell’evento, puntiamo su un cavallo che abbia almeno 5 tipster di pronostico in favore in una gara con non più di tre favoriti. L’indomani bancheremo non appena la quota sarà scesa al punto da garantirci una vincita sicura. Se la quota non scende o peggio, sale, chiudiamo la scommessa, minimizzando le perdite o aspettiamo il risultato.

2.3 TECNICHE DI GIOCO AVANZATE

Le tecniche sono tante e complesse, così come le combinazioni possibili dei vari sistemi di gioco. Una buona strategia di trading è quella per cui non serve individuare i cavalli vincenti e perdenti delle varie corse, ma solo quei cavalli che sono sopravvalutati o sottovalutati nelle prime ore del mattino, quindi entro le 13.00. Ci sono dei siti specifici da consultare, facilmente reperibili online, che ci aiuteranno nelle nostre valutazioni. In questa strategia occorre confrontare le quote che abbiamo reperito noi da quelle assegnate dal bookmaker, se c’è un discreto divario tra esse potrebbe essere una puntata interessante.

Si può attendere che la quota venga rivista dal bookmaker, perfetto per questa tattica Betfair (clicca qui per visitare la scheda di Betfair.it). Accade che 9 volte su 10 la quota scenda e si avvicini a quella consigliata e a quelle medie dei bookmakers, si può quindi bancare a una quota inferiore e ottenere un piccolo guadagno, ma sicuro. Naturalmente questa strategia va bene per le prime ore del mattino, quando le quote sono più stabili. Meglio scegliere corse con massimo 12 cavalli in gara e non considerare le quote maggiori di 15.00. Si deve controbancare almeno mezz’ora prima della corsa.

Scommettere con la formula di Kelly non è proprio per principiante, ma per le singole, se uno ci sa fare un po’, da tante soddisfazioni. Bisogna stare attenti a non fare errori di valutazione però. Si individua l’importo ottimale da puntare in relazione alla quota dell’evento e il pronostico fatto. Non si può scommettere di meno perché la vincita sarebbe troppo bassa, ma nemmeno di più perché sarebbe un rischio eccessivo. Si deve valutare e quantificare la reale possibilità di vittoria, o almeno avvicinarcisi il più possibile rispetto al bookmaker. Il calcolo prevede di tenere in conto la percentuale del proprio budget che si vuole impegnare. Al fine di calcolare l’importo della puntata si deve sapere qual è la quota stimata per quell’evento dal bookmaker per poi determinarne con precisione la possibilità che il nostro pronostico sia quello vincente. Naturalmente molto dipende dalla capacità individuale di determinare le effettive possibilità di vincita, il rischio è alto, chi non ha pratica dovrebbe farne un po’ prima di cimentarsi in queste tecniche avanzate. Esistono poi dei programmi atti a generare sistemi, come bet angel, anche in questo caso è importante imparare a utilizzarli nel modo corretto per fare scalping.

2.4 BOOKMAKERS PIÙ AFFIDABILI

Come detto in precedenza, per scommettere online sui cavalli è bene affidarsi solo a bookmakers certificati AAMS; di seguito i più utilizzati.

Eurobet
Bookmakers con recensioni decisamente positive. Intuitivo e sicuro, consente il deposito e il prelievo con varie carte di credito. Al momento dell’iscrizione si stipula un contratto secondo normative AAMS dove il giocatore può scegliere di autoregolarsi nel gioco. Dal menù a tendina si seleziona il tipo di scommesse che si vogliono effettuare, un cronometro indica quando e tra quanto sia possibie scommettere. Opzione gare in streaming attiva.

>> Clicca qui per iscriverti ad Eurobet

Snai
È uno dei più vecchi siti di scommesse, sinonimo di affidabilità e sicurezza. Bonus di benvenuto. Si possono effettuare scommesse live. Nella sezione ippica tutte le info disponibili e le news. Anche in questo caso è possibile guardare le gare in diretta. Ottima grafica e ottima navigabilità.

>> Clicca qui per iscriverti a Snai

Bwin
Fino a 25 euro di bonus di benvenuto, menù intuitivo, video tutorial su come effettuare la prima scommessa. Certificato AAMS depositare è ritirare le vincite è facile e sicuro. Grafica discreta

>> Clicca qui per iscriverti a Bwin

LINK E RISORSE UTILI SULL’IPPICA

– Agenzia per lo Sviluppo del Settore Ippico (ASSI): www.unire.gov.it
– Federazione Italiana Sport Equestri (FISE): www.fise.it
– Portale dedicato alle Corse dei Cavalli e alle Migliori Scommesse online sull’Ippica: www.corse-cavalli.com
– Ippica su Wikipedia: it.wikipedia.org/wiki/Ippica

Lascia un commento

Campi obbligatori contrassegnati con *. L'indirizzo email non sarà pubblicato.

*

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.