Sito di informazioni per il consumatore dal 2008

Marcatori nazionale italiana: i migliori goleador azzurri

Marcatori nazionale italiana

Dici “gioco all’italiana” ed il primo pensiero va inevitabilmente alla fase difensiva: da sempre, infatti, il modo di giocare della stragrande maggioranza delle compagini italiane (e della Nazionale) ha privilegiato la fase di non possesso palla.

È anche per questo motivo che, probabilmente, il miglior marcatore della storia della Nazionale Azzurra è Gigi Riva, con i suoi 35 centri in 42 partite disputate: un numero di realizzazione certamente eccellente se confrontato con i match giocati, ma non paragonabile con quello dei best scorer di altre selezioni nazionali.

Un esempio? Cristiano Ronaldo guarda tutti i propri connazionali dall’alto delle sue 102 reti realizzate con il Portogallo: il miglior marcatore all time di tutte le Nazionali, l’iraniano Ali Daei, è distante appena 7 marcature.

Tornando ai bomber di casa nostra, chi accompagna l’indimenticabile Rombo di Tuono nella top 10 dei calciatori più prolifici della Nazionale Italiana?

Classifica marcatori Nazionale Italiana

Gigi Riva: 35 gol

Nessuno ad oggi è tuttavia riuscito a scalzare Gigi Riva dal primo posto di questa speciale classifica: le 35 reti realizzate dall’indimenticabile centravanti del Cagliari non sono certamente un traguardo insormontabile, ma in oltre un secolo di storia di partite della Nazionale azzurra nessuno è mai riuscito a fare meglio. E pensare che tra i marcatori nazionale italiana in attività, il più prolifico è addirittura Mario Balotelli, che di reti ne ha realizzate 14 in 36 apparizioni; di questo passo sarà dura scalzare Rombo di Tuono dal primo posto.

Giuseppe Meazza: 33 gol

Il secondo posto in graduatoria è invece occupato da Beppe Meazza, icona del calcio milanese (non a caso a lui è dedicato lo stadio sito in zona San Siro) e soprattutto della nostra Nazionale; ben 33 le reti realizzate in maglia Azzurra dall’ex bandiera dell’ Inter, squadra del quale è il miglior realizzatore della storia con 284 marcature. Tra tutti i calciatori presenti in questa top 10, Meazza è l’unico ad essersi laureato Campione del Mondo in due circostanze diverse, nel 1934 e nel 1938.

Silvio Piola: 30 gol

Il terzo gradino del podio marcatori della Nazionale Italiana di calcio è di esclusiva proprietà del goleador top della Serie A: Silvio Piola. Classe 1913, ha scritto molte delle pagine più importanti della storia del nostro calcio (certificato dalle 274 marcature nella massima serie) e della nostra Nazionale; con le sue 30 reti in appena 34 presenze è il migliore come media gol su partite disputate in azzurro, oltre ad essere uno dei Campioni del Mondo nella spedizione di Francia 1938.

Alessandro Del Piero: 27 gol

Coabitazione al quarto posto di questa speciale graduatoria sui marcatori nazionale, e neanche a farlo apposta si tratta di due immarcescibili numeri 10 del nostro calcio: con 27 reti in 91 presenze c’è Alessandro Del Piero, miglior marcatore della storia della Juventus ed autentica leggenda del club bianconero. Nonostante vanti la non eccezionale media di un gol ogni 3 partite e mezzo giocate in nazionale, stiamo comunque parlando di un calciatore che vanta un secondo posto agli Europei di Olanda nel 2000 e soprattutto la vittoria del Titolo Mondiale in Germania nel 2006 (con annesso gol in Semifinale).

Roberto Baggio: 27 gol

Assieme a Del Piero c’è forse il calciatore italiano più amato di tutti i tempi, quel Roberto Baggio che ha obbligato tantissime persone ad innamorarsi di questo magnifico sport con le sue giocate ai limiti del paranormale. Anche per il Divin Codino sono 27 le marcature in Nazionale, molte scolpite nella memoria di chi ha avuto la fortuna di vederlo giocare: indimenticabili per esempio le 5 reti realizzate ai Mondiali di USA 1994 tra gli ottavi di finale e la semifinale del torneo, così come indimenticabile resta (ahinoi!) il suo rigore calciato in finale contro il Brasile.

Adolfo Baloncieri: 25 gol

Al sesto posto tra i marcatori all time della Nazionale Italiana invece ci sono ben tre calciatori. Il primo, con 25 reti segnate in 47 match giocati è Adolfo Baloncieri: classe 1897, viene indicato da molti addetti ai lavori come uno dei calciatori più importanti della storia del calcio del nostro Paese; detiene un Bronzo vinto alle Olimpiadi di Amsterdam del 1928 con la selezione italiana.

Filippo Inzaghi: 25 gol

Assieme a lui c’è Pippo Inzaghi, un predatore d’area di rigore capace di segnare 126 reti in 300 presenze con il Milan; in Nazionale non ha probabilmente mai replicato quanto di buono fatto vedere con i club in merito a reti segnate, nonostante vanti comunque un palmares di tutto rispetto. SuperPippo è difatti sia campione europeo con l’Under 21 che Campione del Mondo con la Nazionale maggiore; chapeau!

Alessandro Altobelli: 25 gol

Da un Campione del Mondo ad un altro: al sesto posto c’è Spillo Altobelli, uno degli attaccanti più forti della storia del nostro calcio (come testimoniano i 209 gol segnati con la maglia dell’Inter, secondo di sempre per reti realizzate in neroazzurro). Il suo centro più importante è sicuramente il 3-1 nella finale Mondiale del 1982 contro la Germania Ovest.

Christian Vieri: 23 gol

La nona piazza viene spartita in coabitazione da due calciatori simbolo delle loro rispettive generazioni: con 23 reti in 49 presenze troviamo Christian Vieri, centravanti simbolo degli anni 90 che è stato anche campione d’Europa con la selezione Under 21 nel 1994; a proposito di reti segnate, impossibile non citare le 24 marcature in altrettante partite giocate con la maglia dell’Atletico Madrid nella stagione 1997-98, che gli hanno permesso di vincere il titolo di Capocannoniere del torneo (unico italiano della storia).

Francesco Graziani: 23 gol

Assieme a lui c’è Ciccio Graziani, precursore dell’attaccante generoso che gioca al servizio dei compagni; l’ex attaccante del Torino (7°marcatore all time dei granata) le 23 reti segnate le ha spalmate su 68 incontri disputati in Nazionale, il più importante dei quali certamente quello giocato a Madrid l’11 Luglio 1982.

 

 

 

 

 

 

 

 

Altri Articoli che potrebbero interessarti

Facci sapere la tua opinione

La email non sarà pubblicata. Campi obbligatori contrassegnati con *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.