Nuovo regolamento scommesse: approvati cash out e asian handicap

A partire dal 28 ottobre prossimo entrerà in vigore il nuovo regolamento per le scommesse. Approvato e pubblicato in Gazzetta Ufficiale, introduce e cambia diverse normative, a vantaggio per lo più degli scommettitori. Tra queste ci sono i nuovi massimi di vincita, che passano da 10 mila a 50 mila euro, la posta unitaria di gioco per le scommesse a quota fissa, che passa da 1€ a 0,05€, e l’importo minimo per ogni ricevuta, che passa da 2 a 1 euro.

È stato introdotto anche l’errore quota. Molto in breve: se fino ad ora in caso di quote “sbagliate” da parte del bookmaker questi erano tenuti comunque a pagare la scommessa, d’ora in poi potranno appellarsi all’ADM per il ricalcolo della quota sulla base del valore di mercato. È un punto a favore soprattutto dei bookmakers, che ha creato qualche malcontento nei giocatori più assidui.

Ed ora veniamo a noi. La notizia che più ci interessa e di cui parleremo in questo articolo è l’introduzione del cash out e dell’Asian Handicap, due opzioni già presenti in alcuni siti stranieri che ora ridurranno il gap con quelli italiani. Segnatevi quindi la data di attuazione della normativa e cercate il miglior sito scommesse dove usufruire di queste possibilità. Ma in cosa consistono?

Cash out

Il cash out, letteralmente “uscita in contanti” o “uscita di cassa“, consente al giocatore di incassare una scommessa prima che venga giocato l’ultimo evento in lista. Ovviamente si riceve un parziale, ma così facendo il cliente avrà la certezza di portare a casa qualcosa.

In realtà è già consuetudine “coprire la schedina” nel caso manchi solamente un match. Si fa e si è sempre fatto in modo grossolano: si apre una singola con gli esiti contrari rispetto alla gara mancante e il gioco è fatto, qualsiasi sia il risultato finale ci sarà una vincita, seppur minore rispetto a quella di partenza. Con il cash out diventa tutto più semplice e meno “macchinoso” per lo scommettitore. Un clic e via.

Asian Handicap

L’Asian Handicap invece introduce una miglioria alla modalità già presente dell’Handicap con la possibilità di ricevere un rimborso in caso di pareggio relativo. Se ad esempio giocassimo la squadra di casa vincente con un handicap di -2, in caso di risultato finale 2-0 avremmo perso la giocata con l’Handicap normale, ma in questo caso ci verrà restituita la quota puntata. Un altro esempio pratico per usufruire al meglio di questa opzione è giocando l’Asian Handicap 0. Praticamente si elimina il pareggio dalle scommesse 1×2. In caso di risultato x ci viene restituita la quota giocata.

Inoltre, l’Asian Handicap, rispetto al classico, ha anche le linee di scommessa a metà. Potete trovare valori pari a +/- 0.5, 1.5, 2.5 ecc. Ciò significa che, se ad esempio giocassi la squadra di casa vincente con un +0,5 prenderei la vincita sia in caso di vittoria, ma anche in caso di pareggio. Perderei solo in caso di sconfitta.

Ma non finisce qui, perché l’Asian Handicap prevede anche linee di quarti (+/- 0.25, 0.75, 1.25…). Come funzionano? Praticamente ogni giocata viene divisa in due, una parte della quota finisce nella prima metà e l’altra nella seconda metà. Se ad esempio giochiamo la vittoria della squadra di casa con un Asian Handicap di -0.75 vinciamo la scommessa solo se la squadra vince con uno scarto di due reti. Se vince con uno scarto di un gol vinciamo a metà, metà quota ci viene restituita e metà risulta vincente. In caso di pareggio o di sconfitta perdiamo tutto.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Migliori Siti di Scommesse