Sito di informazioni per il consumatore dal 2008

Dropping Odds: cosa sono e come usarle per scommettere

Le analogie tra betting exchange e trading in borsa sono diverse. Il valore di una azione lo fa il mercato, così come la quota di un determinato evento. E quando una quota crolla (drop) prematch, può essere usata come un segnale per scommettere? In alcuni casi si. Una considerazione corretta da fare è che ogni movimento può essere l’indice di qualcosa che sta accadendo sul mercato di importante.

Se c’è uno spostamento nelle quote, ci deve essere un motivo, soprattutto se è legato ad un mercato con alta liquidità e quindi meno soggetto alla speculazione del trader di turno.

Perché le quote subiscono variazioni?

Così come una quota crolla (dropping odd), può anche salire di valore. La quota rappresenta l’inverso della probabilità che un dato evento si possa verificare. Questo significa che:

  • Se la quota sale, il mercato ritiene che sia successo qualcosa per cui l’esito di quell’evento sia meno probabile
  • Viceversa, se la quota scende il mercato pensa che sia più probabile.

Dropping odds 1X2

Analizziamo ad esempio il grafico di Betfair relativo alla vittoria della Roma, nel match in programma il 1 agosto tra Juventus e Roma.

juventus-roma dropping odds

In apertura, la vittoria della Roma era data a 3,9, ma possiamo notare una dropping odd che ha portato tale quota fino a 2,25. Cerchiamo di capire ora la catena di eventi e le informazioni che il mercato ha valutato per portare a questa dropping odd.

Il 29 Luglio si gioca il 37esimo turno di campionato. Cagliari-Juventus, e i bianconeri sono ormai campioni d’Italia per la nona volta consecutiva dalla giornata precedente. La squadra appare stanca, Sarri fa esordire un paio di giovani dell’under23.

Il Milan continua il suo stato di forma monster post lockdown, e espugna il Marassi sconfiggendo la Sampdoria per 4-1. Ma per sua sfortuna, anche la Roma vince in trasferta per 3-2 contro il Torino.

In seguito a questa catena di eventi, la partita tra Juventus e Roma in programma nel 38esimo e ultimo turno di campionato diventa totalmente ininfluente, visto che il Milan non può più superare la squadra capitolina in classifica e evitare i preliminari di Europa League.

classifica serie a 37esima giornata

Inoltre, il 7 agosto è in programma il ritorno degli ottavi di finale di Champions League, con i bianconeri costretti a ribaltare la sconfitta dell’andata per 1-0 contro il Lione.

Tutto questo lascia presagire ad un forte turnover messo in atto da Sarri nella partita di campionato, ulteriormente confermato dalle sue dichiarazioni post partita di Cagliari: “La Lega ci ha messo in difficoltà, siamo l’unica squadra in Europa ad aver fatto 5 partite in 12 giorni – dice – Così rischiamo di lasciare energie e qualche giocatore sul campo, potevano allungarci questo ciclo di un paio di giorni. Vedremo se sarà il caso di fare una scelta drastica e fare giocare l’Under 23 nell’ultima giornata di campionato“.

La quota in apertura della Roma (3,9) stava ad indicare una probabilità di vittoria del 25%, ma alla luce delle dichiarazioni del mister juventino, il mercato si tutela e si verifica un flusso di denaro sulla sua vittoria, con conseguente dropping odds.

Tutte le dropping odds sono un segnale per scommettere?

La risposta è no, e l’esempio sopra analizzato ne è la prova. Come potete vedere dal grafico, dopo la dropping odd a 2,25, questa è rimbalzata fino a 2,9.

Il crollo iniziale è stata una reazione repentina e istintiva del mercato alle dichiarazioni di Sarri, ma pur essendo ragionevole un turnover massiccio, nessuno è in grado di escludere  ad esempio l’impiego di Cristiano Ronaldo. Può darsi che a pochissime ore dall’evento inizino a circolare indiscrezioni sull’11 titolare, e la quota subisca un nuovo scrollone, ma alla vigilia del match tutto quello che sappiamo è che quasi tutti i big sono stati convocati.

Abbiamo chiesto il parere al betting advisor Mendieta di TotalScommesse: “Quando si verificano dropping odds, il primo pensiero è che l’andamento di quella partita o almeno la fase iniziale del match, possa andare in un’unica direzione a causa del turnover, o dello stato di forma precario di una delle due squadre, o altre informazioni che sono valutate dal mercato, e soprattutto dagli addetti ai lavori. Spesso le notizie che influenzano in modo così netto una quota, arrivano agli scommettitori high roller e agli analisti dei bookmaker molto prima rispetto allo scommettitore occasionale.

Attenzione però, le dropping odds sono qualcosa di utile da osservare e analizzare, ma serve comunque esperienza per valutarle correttamente e prendere decisioni corrette. Ogni quota che crolla non può essere sufficiente per costruire un pronostico. Non può essere un criterio di selezione univoco, pur rimanendo una informazione molto utile. Lo ripetiamo spesso ai nostri coachati e a chi ci segue sul canale telegram del nostro sito Totalscommesse.com.

L’errore più grosso che si può commettere è pensare che quando si verifica una dropping odd, allora il pronostico si verifichi al 100%. Non è affatto così, analizzando le scommesse da noi effettuate, siamo riusciti ad azzeccare l’87,5% dei pronostici caratterizzati da dropping odds, motivo in più per ricordare sempre ai lettori di attuare una gestione del bankroll corretta perché nel mondo delle scommesse eventi certi non esistono”.

Ricordiamo che per poter analizzare i grafici delle quote, alla ricerca di dropping odds, potete fare riferimento ad esempio alla piattaforma di Betting Exchange di Betfair, ma esistono anche dei tool in commercio che li segnalano in modo automatico, come ad esempio, TX Markets.

Altri Articoli che potrebbero interessarti

Facci sapere la tua opinione

La email non sarà pubblicata. Campi obbligatori contrassegnati con *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.