Flutter si fa il regalo di Natale: acquisita Sisal per oltre 2 miliardi di dollari

Difficile immaginare una chiusura del 2021 con un botto più fragoroso di questo: Flutter, già proprietaria di brand del calibro di PokerStars e Paddypower, ha acquistato nientemeno che Sisal Spa.

L’operazione, perfezionata lo scorso 23 dicembre, prevede un esborso economico di oltre 2,1 miliardi di dollari: questo l’importo che la società irlandese verserà nelle casse del fondo di investimento – CVC – che controllava uno dei leader nel settore del gaming italiano. L’operazione, arrivata al termine di una intensa trattativa, è stata accolta con orgoglio ed entusiasmo dal CEO di Flutter, Peter Jackson: “Sono lieto di accogliere Sisal, operatore leader in Italia nel gaming, in Flutter perché questo ci consente di acquisire una posizione leader nel mercato italiano. Da tempo abbiamo voluto perseguire questa opportunità di mercato, puntando su una strategia omnicanale, e questa acquisizione ci consentirà di farlo al meglio”.

L’approdo di Sisal.it scommesse all’interno del gruppo Flutter, difatti, permetterà a quest’ultimo di sconvolgere in modo definitivo e marcato gli equilibri del mondo del gaming digitale di casa nostra: la società irlandese diventerà così tra le leader indiscusse del mondo delle scommesse del Bel Paese, considerando anche il fatto che Flutter annovera – tra le proprie fila – colossi del calibro di PokerStars e Betfair. Il modo tentacolare con la quale Flutter si è oramai inserita all’interno di questo scacchiere è oramai inarrestabile, facendo presagire che il gruppo sarà in continua crescita ed espansione anche per gli anni a venire.

Con questa operazione l’azienda del CEO Peter Jackson comincerà a gestire, tramite Sisal, attività come l’intramontabile Super Enalotto; senza dimenticare quanto oramai Sisal giochi un ruolo importante nel mercato di tutto il betting online – incluso quello di Slot e VLT –. Anche in casa Sisal la notizia è stata accolta con fierezza da Francesco Durante, CEO di quest’ultima: “grazie al nostro impegno nell’innovazione digitale, nell’espansione internazionale e nel gioco responsabile, abbiamo raggiunto una posizione di leadership del gioco online in Italia e sviluppato la nostra strategia internazionale”. “Siamo felici di entrare – conclude Durante – a far parte di Flutter e siamo convinti che, grazie all’esperienza e capacità sviluppate a livello di Gruppo, saremo in grado di rafforzare ulteriormente la nostra leadership nei mercati  in cui operiamo.”

La notizia ha certamente lasciato il segno nel mondo del betting online: vediamo se nelle prossime settimane ci sarà qualcuno in grado di emulare un colpo del genere.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.