Sito di informazioni per il consumatore dal 2008

Scommesse primo marcatore

Scommesse primo marcatore

Salvo casi eccezionali, la quasi totalità delle squadre entra in campo con un obiettivo ben chiaro e definito. Portare a casa i tre punti o il passaggio del turno è l’obiettivo di ogni team. Obiettivo ottenibile segnando almeno una rete (o una rete in più rispetto agli avversari).

Le scommesse sul goal sono molteplici, ma la scommessa Primo Marcatore è quella che coinvolge l’atto che sblocca l’impasse, eliminando la situazione di stallo del pareggio a reti inviolate e spostando l’andamento del match verso uno dei due contendenti.

Regolamento scommesse primo marcatore

La scommessa Primo Marcatore prevede l’individuazione del giocatore che per primo sbloccherà il risultato. È quindi una scommessa “ad personam” e non legata alle sorti del team.

Si vince questa scommessa quando il giocatore selezionato segna il goal che sblocca il match. Al fine di questa puntata non è determinante il risultato finale della partita né se il giocatore segnerà solo quel goal o più di uno. La scommessa è valida se il giocatore è titolare o subentrato nel corso del match. In caso di non ingresso in campo del giocatore la puntata verrà annullata e la quota restituita.

Fa ovviamente fede nella definizione del marcatore (soprattutto per i goal da mischia in area o i possibili autogoal) ciò che viene indicato nel referto ufficiale dell’incontro. Non è invece determinante ai fini della scommessa il modo in cui viene realizzato il goal.

Siti scommesse primo marcatore


adm gov

Come scegliere il primo marcatore

Ovviamente gli attaccanti, soprattutto quelli con un buon andamento realizzativo sono quelli che hanno più possibilità di figurare come primi marcatori, il problema è che la quota sugli stessi è sempre molto bassa, vista l’elevata probabilità che gli stessi realizzino una marcatura.

Un buon compromesso tra la possibilità di vincere la scommessa e la quota proposta si può ottenere andando a selezionare quei centrocampisti offensivi o incursori che normalmente in una stagione arrivano a segnare 10, 15 goals.

Da evitare invece difensori centrali e centrocampisti d’impostazione, visto che di solito molti dei giocatori che giocano in questi ruoli fanno fatica a segnare anche solo 1, 2 goal a stagione (discorso diverso potrebbe essere quello del difensore centrale “saltatore”, ma anche in questo caso si parla comunque di non più di una manciata di goals all’anno).

A livello statistico, un parametro importante da monitorare è quello della media goal nel breve periodo (ad esempio le ultime 5 o 10 partite).

Scommesse primo marcatore: significato

La Scommessa Primo Marcatore può essere declinata in molte modalità. Alcuni bookmaker propongono infatti scommesse sul Primo Marcatore per Squadra, sul Marcatore nei primi 15 Minuti e sul Marcatore Primo Tempo. Questa tipologia di scommessa, in tutte le sue varianti, è disponibile anche, presso i bookmaker che offrono questa opzione, in modalità Live. In questa opzione, le quote cambiano al passare del tempo e di ciò che accade in campo, contribuendo ad aumentare il livello di adrenalina della scommessa.

Per gli amanti del rischio, questa tipologia di scommessa è declinabile anche come Primo marcatore autogoal, in cui si va a puntare, senza nominativi, se la prima rete del match sarà un autogoal.

Altri Articoli che potrebbero interessarti

Facci sapere la tua opinione

La email non sarà pubblicata. Campi obbligatori contrassegnati con *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.