La strategia della scommessa ignorante

Questa strategia di betting, che come dice il nome, non necessita di grandi riflessioni, consiste nel puntare sempre sullo stesso atleta o sulla stessa squadra, indipendentemente dalle quote, dalla forma e dai risultati. La scommessa ignorante è un bel metodo per aggirare gli errori più comuni delle scommesse, di solito legati all’aspetto psicologico, e garantirsi comunque dei profitti.

Oggi vediamo la sua applicazione nel tennis, prendendo ad esempio Marco Cecchinato e la sua impresa al Roland Garros 2018. Marco è in uno stato di grande forma e anche se è sottovalutato dai bookmaker va sostenuto, bisogna puntare sulla sua vittoria. Il tennista palermitano è passato dai challenger che disputava ad inizio anno, alla semifinale dei French Open.

Applichiamo la strategia della scommessa ignorante e cerchiamo di capire quanto avremmo vinto scommettendo sul tennista azzurro. Iniziamo col dire che è sempre stato migliore sulla terra rossa, anche se la sua stagione 2018 è iniziata con una serie di quattro sconfitte su quel tipo di terreno. L’ultima è stata contro Sebastian Ofner, ma da quel punto, Cecchinato ha vinto il Challenger di Santiago del Cile (cinque avversari battuti) ed è arrivato in semifinale a Marbella (quattro avversari battuti).

In queste nove vittorie consecutive la sua quota è oscillata tra l’1.40 e il 2.37. Ha poi raggiunto la semifinale ad Alicante e perso al primo turno a Barletta. Messi da parte questi “tornei minori”, “Ceck” è partito all’assalto dei più grandi del circuito ATP.

A Montecarlo ha eliminato Dzumhur ed è uscito a testa alta contro Raonic, a Budapest arriva il primo titolo ATP della carriera, dopo aver battuto cinque avversari, partendo da una quota antepost pari a 31.00 (!). L’obiettivo primario di Marco era entrare nella TOP 100 ATP, non tanto vincere qualche titolo… in realtà è andata molto meglio.

A Monaco ha battuto Fognini, a Roma Cuevas, per poi soccombere a Goffin nel secondo turno, poi infine è arrivato il Roland Garros. A Parigi nel primo turno batte 3 a 2 il rumeno Copil, poi Trungelliti per 3 a 0 e soprattutto Carreno-Busta 3 a 1 con una quota di 3.50. Seguono la vittoria su Goffin per 3 a 1 (quota 5.75) e quella storica su Djokovic con lo stesso parziale (e quota 9.00!).

Per concludere, se avessimo puntato sempre la stessa cifra (ipotizziamo 10 euro) su Cecchinato dall’inizio della stagione su terra (qualificazioni escluse) avremmo ottenuto un ROI del 58%, e un profitto di 204,5 euro, in circa tre mesi.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.