Juventus e Atalanta: tutto in 4 giorni, dalla finale di Coppa all’ultima di Campionato

Per qualcuno sarà sicuramente un appuntamento con la storia, per qualcun altro una finale come tante vissute già in carriera. Quel che è certo è che il filo che unisce Atalanta – Juventus è davvero sottilissimo: le due compagini sono pronte a vivere questi ultimi 7 giorni della stagione, già catalogati fra i più frenetici ed intricati – per non dire decisivi – della storia recente del calcio italiano.

Stasera, con fischio d’inizio fissato alle ore 21.00 (diretta esclusiva sulla Rai), bianconeri e neroazzurri scenderanno in campo al Mapei Stadium di Reggio Emilia con in palio la Coppa Italia 2021. Per l’Atalanta sarà una delle gare più attese della propria storia calcistica: i bergamaschi non alzano al cielo questo trofeo dal lontano 1963, e domani (come in pochissime altre occasioni) scenderanno in campo consapevoli della propria forza. Di fronte ci sarà difatti una Juventus in piena crisi d’identità, con una serie infinita di interrogativi sulla prossima stagione e con ancora due partite decisive da affrontare: la finale di Coppa Italia e l’ultima di Campionato suonano come l’ultima spiaggia per gli uomini di Andrea Pirlo, chiamati ad un miracolo sportivo per salvare una stagione – quasi definitivamente – compromessa. Dal punto di vista scommesse di certo non potete perdervi le quote Snai Coppa Italia appena aggiornate.

Nessuno, in seno alla dirigenza del club piemontese, si sarebbe mai immaginato di poter vivere un simile finale di annata: fuori dalla Champions già dagli ottavi, fuori dalla lotta scudetto da metà marzo e soprattutto con pochissime possibilità di qualificarsi alla prossima edizione della Coppa dei Campioni. Decisivi saranno gli ultimi 90 minuti: la Vecchia Signora insegue ad un punto di distanza Milan e Napoli, e non ha altra chance che sperare in un passo falso di una delle due per agguantare un insperato quarto posto in classifica.

Ed è qui che ritorna la connessione con la Dea: gli uomini di Giampiero Gasperini domenica sera ospiteranno proprio i rossoneri, in un match apparentemente esplosivo ed emozionante. I bergamaschi vogliono difatti chiudere al meglio una stagione – l’ennesima, oramai – di altissimo livello: in palio c’è quella seconda posizione che l’Atalanta non ha mai centrato nella propria storia. Tutta Bergamo sogna quello che sarebbe un doppio scalpo storico: vincere la Coppa Italia contro la Juventus e confermarsi al secondo posto in campionato le permetterebbe di iscrivere, qualora ce ne fosse ulteriormente bisogno, il proprio nome tra le grandi del nostro calcio.

E che nessuno provi a menzionare a Gasperini & Co. qualsiasi questione relativa a presunti favori fatta a questa o quell’altra squadra: difficilmente un gruppo così forte e coeso non vorrà chiudere in bellezza un’annata come quella giunta oramai agli sgoccioli. In barba a quel filo, sottilissimo, che per 4 interminabili giorni legherà Bergamo a Torino: nel mezzo, geograficamente e non, c’è proprio Milan(o).

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.